add a comment

Ecco la nuova pelle artificiale

È nata la prima pelle artificiale, prodotta dal MIT di Boston, una seconda pelle, pensata per tutti coloro che soffrono di patologie o disturbi legati alla pelle come eczemi o psoriasi. Si tratta di un materiale sottilissimo, da applicare sulla parte interessata come si farebbe con qualsiasi altra crema o gel, del tutto trasparente.

La pelle protegge per l’intera giornata, e grazie alla sua particolare composizione può resistere alle sollecitazioni meccaniche, ampliando la superficie coperta fino al 250% (la pelle umana arriva al 180%) senza strappi o rotture interne, per poi tornare alla conformazione originale. Inizialmente il progetto si è sviluppato sul precedente Strateris, un prodotto cosmetico per mascherare le imperfezioni estetiche, in particolare quelle causate dall’invecchiamento. Ora, invece, si pensa soprattutto alla salute: la pelle artificiale, infatti, blocca il passaggio dell’umidità che provoca i fastidi cutanei.

Non si conoscono ancora le tempistiche per quanto riguarda il debutto sul mercato, né un prezzo stabilito. Possiamo solo fare un confronto con Strateris, di cui un mese di applicazioni costa circa 500 dollari.