add a comment

Il maxitelescopio europeo sarà italiano!

Il più grande telescopio europeo, che sarà costruito sulle Ande, sarà tutto italiano.

L’Italia ha infatti ricevuto la più grande commessa mai assegnata per un progetto di Astronomia da Terra: presso la sede dell’European Southern Observatory (ESO) è stato il contratto dall’importo complessivo di circa 400 milioni di euro, per costruire la cupola e la struttura meccanica di supporto del telescopio E-ELT (European Extremely Large Telescope). Il maxitelescopio, con uno specchio principale di 39 metri di diametro, sarà il più grande telescopio ottico/infrarosso mai costruito.

Ad ottenere la commessa è il consorzio di Società italiane ACe, composto da Astaldi, Cimolai ed EIE group subcontractor nominato. Il ministro Stefania Giannini ha celebrato l’evento: “oggi nella prestigiosa sede dell’ESO festeggiamo un altro successo della ricerca pubblica e dell’eccellenza industriale italiana in Europa. Con l’assegnazione del contratto per realizzare la struttura meccanica e la cupola del telescopio europeo estremamente grande (EELT) l’Italia conferma la sua capacità di leadership in settori scientifici di alta tecnologia che puntano lo sguardo a mondi da sempre di grande fascino per l’umanità”.

Il telescopio fornirà immagini circa 15 volte più nitide di quelle di Hubble; sarà costruito nel nord del Cile, in un sito già attrezzato allo scopo.