add a comment

La terapia genica cura i “bambini bolla”

C’è una nuova speranza per i cosiddetti “bambini bolla”, quei bambini affetti da ADA-SCID, una forma gravissima e rara di immunodeficienza ereditaria che rende facile preda di virus e batteri.

C’è un nuovo metodo di cura, ottenuto modificando cellule staminali dei pazienti attraverso l’inserimento del gene responsabile della malattia, riveduto e corretto. Un traguardo, chiamato terapia genica, che potrà permettere a questi bambini di vivere nel mondo reale, al di fuori della bolla che li protegge giorno e notte.

Luigi Naldini, direttore dell’istituto San Raffaele Telethon per la terapia genica, ha affermato: «È come vivere in una fiaba. Bambini che prima morivano oggi si salvano tornando a una vita normale».

L’ADA-SCID è una malattia rarissima, causata dalla presenza di un gene alterato ereditato da entrambi i genitori capace di bloccare la produzione di una proteina essenziale per i linfociti, l’adenosina deaminasi (Ada). Senza linfociti, i bambini sono praticamente privi del sistema immunitario. Questa nuova terapia, ora, può dare nuove speranze a tante famiglie.

Ecco il primo robot-portiere
Previous

Ecco il primo robot-portiere

Valeria Martalò

Sorveglia l’ingresso e consegna la posta. Praticamente, sostituisce quasi del tutto il vecchio portinaio di condominio o di palazzo. Il prototipo, italiano, ruberà posti…

Apple blocca le fotocamere ai concerti
Next

Apple blocca le fotocamere ai concerti

Valeria Martalò

Apple ha deciso di bloccare tutte le fotocamere degli iPhone ai concerti. Come mai questa decisione? Per motivi di copyright, sicuramente, ma possiamo anche…