add a comment

Il buco nell’ozono si sta richiudendo?

Potrebbe essere la prima buona notizia per l’ambiente e per la Terra da molti anni a questa parte. Il buco nell’ozono è un annoso problema che sembrava non potesse risolversi. Di recente, però, considerando densità, concentrazione ed estensione dell’area di ozono, il quadro è migliorato di molto, probabilmente grazie al protocollo di Montreal sottoscritto da un numero di nazioni sempre maggiore.

Il documento fu presentato quasi trent’anni fa, e si occupò di mettere al bando l’uso delle sostanze chimiche responsabili della distruzione del gas. Il buco dell’ozono fu scoperto nel 1985.

La ratifica del protocollo è ad oggi avvenuta in 192 paesi e porterà alla messa al bando totale delle sostanze indicate entro il 2030. Già ora, però, abbiamo ottenuto un grande risultato, stando a quanto dicono i ricercatori del MIT e dalla University of Leeds: l’assottigliamento dello strato di ozono avrebbe iniziato ad invertire la propria rotta e il trend positivo sarebbe dunque prossimo.

Il buco nell’ozono arriverà dunque a richiudersi e a tornare “normale” entro il 2050. Gli effetti positivi ricadranno su tutti noi.