16 comments

Saphon brevetta una turbina eolica senza pale

Una startup tunisina, la Saphon Energy, ha creato un nuovo modello di turbina eolica priva di pale. Si ispira al disegno ed alla struttura delle barche a vela e converte l’energia del vento in elettricità al doppio dell’efficienza e alla metà dei costi.

Si tratta del secondo prototipo sviluppato dall’azienda: la soluzione appare validissima perchè abbatte praticamente ogni fattore negativo (reale o ‘presunto’ e ad uso e consumo dei lobbisti del petrolio). Non infastidisce gli uccelli, non fa molto rumore, non ‘deturpa’ il paesaggio. Ha dimensioni più contenute. Può essere utilizzato anche (parere personale da addetto ai lavori) come efficace veicolo pubblicitario, ed ha comunque un alto fattore decorativo. In altre parole? Fine degli alibi per tutti i ‘puristi’ del paesaggio, in parte foraggiati dall’industria del petrolio.

Anis Aouini, inventore della ‘ruota eolica’ (ribattezzata Saphonian in onore di un antico Dio dei venti) dichiara che questo sistema è riuscito anche ad oltrepassare i limiti della legge di Betz (La legge di Betz mostra la massima energia possibile — conosciuta come limite di Betz — che si potrebbe ricavare tramite un rotore infinitamente sottile da un fluido che scorre ad una certa velocità.). Non siamo ancora in grado di confermare questo dato 🙂

[highlight]Come funziona? – [/highlight]La turbina della Saphon utilizza un sistema brevettato, la “Zero-Blade Techology”: il vento viene ‘incanalato’ in un percorso a spirale, e forzato a muoversi avanti e indietro in una sorta di vortice che muove una serie di piccoli pistoni posti in prossimità della ‘ruota eolica’: i pistoni convertono il loro movimento in elettricità attraverso un generatore ed un motorino. In alternativa, l’energia viene ‘immagazzinata’ in un accumulatore.

[highlight]Quando sarà pronta? – [/highlight] E’ da Marzo che questa invenzione ha già ricevuto un brevetto internazionale: la Saphon è alla ricerca di un finanziatore che la aiuti a sviluppare un prodotto valido e diffuso sul mercato: ci vorranno da uno a due anni, a meno che non vogliate contribuire voi stessi 🙂

Ecco un video dimostrativo.

 

Fonte: Saphon Energy