1 comment

Ecco il robot che si ingoia

Si ingoia come una pillola, e può veicolare farmaci nel corpo umano, rimuovere corpi estranei e riparare lo stomaco.

È molto piccolo, ma al suo interno contiene un concentrato di nanotecnologia. È l’ultima geniale invenzione degli scienziati del Massachusetts institute of technology (Mit) di Boston: un robot origami che si schiude all’interno dello stomaco e che può servire a moltissimi scopi.

Il progetto è stato sviluppato dal team di Daniela Rus, direttrice del Computer science and artificial intelligence laboratory del Mit, insieme agli studiosi del Tokyo institute of technology e dell’University of Sheffield. “Il nostro robot è in grado, ad esempio, di rimuovere oggetti estranei ingeriti accidentalmente, curare una lesione, o trasportare farmaci – ha spiegato Daniela Rus in un video del Mit – Una delle sfide maggiori nella sua messa a punto è stata quella di trovare materiali biocompatibili e facili da controllare”.

Il materiale scelto è formato da tessuti dell’intestino di maiale, simili a quelli umani. Il robot si muove a scatti, con un andamento a fisarmonica, grazie a microscopiche ventose. Pilotato da un chirurgo, può riparare piccole lesioni, o rimuovere oggetti estranei. “Stiamo pensando di migliorare la funzionalità dell’origami,dotandolo di sensori, in modo che possa controllarsi da solo. È veramente eccitante – continua Daniela Rus – vedere il nostro piccolo robot in azione, mentre svolge un compito con così importanti applicazioni per la salute umana”.